Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
venerdì 23 febbraio 2024  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Inutile conta dei positivi al Covid

Alle pagine de La Verità, Abrignani ha sottolineato: “Non ha senso dare il numero dei positivi, la stragrande maggioranza dei quali asintomatici o con lievi patologie. Bisognerebbe aggiornare solo il numero dei ricoveri. Probabilmente classifichiamo come morti da Covid anche i positivi stroncati da altre patologie”. Fin qui, quindi, si è andati avanti con un conteggio cumulativi di ricoveri e decessi, ignorando gravi patologie dalle quali alcuni pazienti erano affetti al momento dell’ingresso in ospedale. Una lettura che finisce inevitabilmente per minare anche l’ennesima crociata contro i non vaccinati lanciata in queste ore dal governo.

Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 11.03.54 - Questo post ha 7 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- @sbaglio? - da Anonimo - inviato in data 13/01/2022 alle ore 8.53.52
Io NON nego che il covid sia pericoloso e vada combattuto: ho perso una persona per via del covid.

Ma stiamo assistendo ad una sproporzione tra restrizioni e pericolosità del virus.
Il mondo sta sfogando sul covid tutte le proprie ansie per una realtà che andava a puttane ben prima del pandemia.


---------------------------------------
- NON SI TRATTA DI CENSURARE IL BOLLETTINO - da Anonimo - inviato in data 13/01/2022 alle ore 2.50.39
Si tratterebbe invece di:

1. Affrontare la cosa in modo razionale, anche sul piano della comunicazione

2. Rispettare le leggi e la Costituzione soprattutto

Gli italiani sono stati trattati come degli idioti. I risultati si vedono.


---------------------------------------
- Ma - da Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 19.58.53
Oggi 313 morti.il covid non uccide quasi piu.ci avevano detto che con i vaccini si risolveva il problema.ognuno la vede amodo suo: qualcuno dira che sono tutti non vaccinati,altri che avevano altre patologie tipo un unghia icarnita,un molare cariato,o un ifiammazione al tendine.vedetela voi ma i numeri sono questi con 86% di vaccinati

---------------------------------------
- @A favore dei no-vax?????? - da Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 19.31.55
'''Il covid ormai non uccide pressoché più nessuno ma guarda caso le restrizioni aumentano sempre più!'''
NON è CHE NON NE UCCIDE PIU', NE UCCIDE SEMPRE MENO!!! E NON SARà PERCHé AUMENTANO LE RESTRIZIONI? MAGARI CON ANCORA PIù RESTRIZIONI NON NE MORRA''PIU''NESSUNO

SBAGLIO?


---------------------------------------
- bollettino sul Covid, - da Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 17.51.01
l bollettino sul Covid, che da quasi due anni viene diffuso ogni sera, non sarebbe più considerato un indicatore affidabile della situazione epidemiologica in Italia. C'è chi preme per pubblicarlo con una cadenza meno frequente e con i dati relativi solo ai ricoveri e all'occupazione delle terapia intensive. Esattamente quello che sosteneva un anno fa l'allora viceministro della Sanità Pierpaolo Sileri, oggi sottosegretario: 'Basta bollettino ogni giorno' dichiarava. 'I numeri vanno spiegati altrimenti non servono. Sembra che il contagio non abbia mai fine. Invece ci sono risultati più significativi'. E ancora: 'Arrivati a questo punto - diceva - probabilmente è opportuno comunicare i numeri in maniera diversa rispetto a come è stato fatto sinora'.

Il 31 gennaio 2020 l'ospedale Spallanzani di Roma diffuse il primo bollettino medico sul coronavirus. Una circostanza dettata dalla scoperta dei primi due casi del virus in Italia dopo una coppia di cinesi in vacanza nel nostro Paese e cotagiata. Nel giro di qualche giorno, la diffusione sempre più capillare del virus portò il Ministero della Salute ad emanare un proprio bollettino che tuttora, ogni sera, viene pubblicati con i dati giornalieri sui contagi, le persone attualmente positive, i ricoveri e i decessi. Ma c'è chi pensa che non serva più, almeno in questa forma esattamente come sosteneva da tempo Sileri. Occorre un cambio di strategia?

'Sarebbe un'ottima idea far diventare settimanale il bollettino dei contagi, mi sembrerebbe naturale farlo', ha dichiarato anche Donato Greco, infettivologo e membro del Comitato tecnico scientifico. 'Noi del Cts stiamo discutendo del parlarne col Governo'.


---------------------------------------
- A favore dei no-vax?????? - da Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 16.37.53
Ma se ci trattano come untori!!!

Il covid ormai non uccide pressoché più nessuno ma guarda caso le restrizioni aumentano sempre più!


---------------------------------------
- Inutile conta dei positivi. - da Anonimo - inviato in data 12/01/2022 alle ore 13.27.45
Che cosa non si farebbe, si direbbe o si scriverebbe per sostenere le idee dei no-vax. Meraviglia che i giornali e le TV di un probabile, futuro Presidente della Repubblica si prestino ad una misera e velata (nemmeno poi tanto) campagna in favore dei no-vax. Ne e' un esempio la trasmissione di ieri sera su rete 4.



---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it