Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 27 novembre 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
24 maggio assemblea per la pace, contro la guerra a Lucca

'L'Assemblea a Lucca contro la guerra e per la pace si terrà martedì 24 maggio alle ore 20.30 presso la Biblioteca Popolare di San Concordio in Via Urbiciani.
E' invitata tutta la cittadinanza, lavoratrici e lavoratori garantit@ e non, studentesse e studenti. Dopo oltre ottanta giorni di guerra aperta in Ucraina, il senso d’impotenza pervade le nostre coscienze. L’ estensione della Nato sempre più a est e l’invasione da parte dell’esercito di Putin sta provocando morte, distruzione e milioni di profughi. Così come accade per altre decine di popoli nel mondo, dove altre guerre, non raccontate, sono mosse dagli interessi dell’imperialismo economico delle multinazionali dell’energia e delle materie
strategiche, nella logica dello sfruttamento di uomini, donne e della natura. In Europa lo scontro si gioca su più fronti, tra cui nazionalismi e ricatti per gli interessi sui flussi energetici. La guerra nucleare può essere la soluzione finale anche solo per pura fatalità. La corsa al riarmo sposta risorse dai servizi pubblici già ridotti all’osso
(scuola, sanità …) alle ricchissime industrie militari occidentali. L’economia di guerra erode i già magri redditi delle lavoratrici, dei lavoratori, delle famiglie e dei ceti più poveri, fiaccati da oltre due anni di pandemia.
La guerra è anche distruzione e inquinamento ambientale, altro che transizione energetica! Il governo Draghi è totalmente subordinato alla Nato e agli Usa, e in spregio al volere della maggioranza della popolazione italiana, entra di fatto in guerra e sostiene un programma di riarmo e militarizzazione del territorio anche con la costruzione di un’altra base militare a Coltano nel parco naturale, distruggendo decine di ettari di bosco: non vogliamo nessuna base nè a Coltano nè altrove.
Inoltre, le tecnologie digitali studiate e prodotte dall’industria militare vengono, e verranno applicate sempre più, al controllo sociale; gli scarti delle armi chimiche alimentano l’industria tossica dell’agrobusiness e il clima bellico aumenta la manipolazione dell’informazione, la squalifica e la repressione del dissenso e del pensiero critico. E' sempre più evidente che gli interessi delle classi dirigenti politiche ed economiche, in Occidente e in Russia, responsabili di questa guerra, non sono i nostri interessi, il loro modello economico di produzione, consumo e morte, non è il nostro.
Il 24 maggio ritroviamoci insieme a San Concordio, per gettare le basi di un percorso locale antimilitarista contro la guerra e per la pace, in raccordo anche con i territori vicini. Parleremo, inoltre, della grande manifestazione nazionale del 2 giugno a Coltano, un appuntamento importante che dà forza, vigore e speranza al nostro presente e al nostro futuro.'

Isabella Nutini (cell.3394032597) per il gruppo promotore 'Per un’assemblea contro la guerra a Lucca' di cui fa parte la Biblioteca Popolare di San Concordio

Redazione - inviato in data 23/05/2022 alle ore 11.02.20 - Questo post ha 1 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- RIUSCIRESTE A DIRE QUALSIASI COSA - da Anonimo - inviato in data 24/05/2022 alle ore 1.05.51
Bravi!!! Siete riusciti a scrivere: '...........L’ estensione della Nato sempre più a est e l’invasione da parte dell’esercito di Putin sta provocando morte, distruzione e milioni di profughi.....'. Un marziano che non sapesse nulla della guerra in Ucraina e che leggesse le vostre sublimi boiate, cosa potrebbe pensare? L'estensione della NATO sempre più ad Est sta provocando morte, ec., ec. Qui allo stato attuale la NATO non ha sparato un colpo. Neanche una pallottola. Quindi? Che dovrebbe dedurre il povero marziano dalla lettura del vostro scritto? Eh, mi pare chiaro, se la NATO non ha sparato un colpo, ma per voi è responsabile dei morti, allora vuol dire, implicitamente, che le azioni di Putin sono giustificate in qualche modo dall'estensione della NATO. Ma scusate, se le azioni di Putin sono giustificate, allora, per voi Putin ha ragione. Questo ci fa ben capire perché volete sospendere l'invio delle armi all'Ucraina. Volete far vincere Putin. Bravi! Volete far vincere un guerrafondaio che aggredisce gli altri stati. Fatevi un po''una domanda cari comunisti. Provate a chiedervi cosa succederebbe a chi volesse organizzare una manifestazione pacifista in Russia. Facile sputare sulla NATO che garantisce anche a voi la libertà di dire e scrivere quel che volete!

---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it