Home
Prima pagina
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
domenica 27 novembre 2022  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
CINGHIALI: RACCOLTI DEVASTATI ED INCIDENTI STRADALI

CINGHIALI: RACCOLTI DEVASTATI ED INCIDENTI STRADALI, COLDIRETTI LUCCA CHIEDE DI USARE L’ESERCITO PER FERMARE INVASIONE

Alla fine della giornata la prima risposta del sottosegretario Costa: una ordinanza subito per l’abbattimento sul territorio nazionale e il prolungamento dell’attività venatoria per depopolare i cinghiali dai territori.

Se necessario impiegare l’esercito per fermare l’invasione dei cinghiali che distruggono raccolti e rappresentano una minaccia per la salute e la sicurezza dei cittadini con un incidente ogni 24 ore: ad invocare nuovamente un piano di abbattimenti straordinario per ridurre il numero della popolazione dei cinghiali presenti nelle campagna ed ormai anche nei centri abitati è stata Coldiretti Lucca durante il blitz in piazza SS. Apostoli a Roma a cui ha partecipato una numerosa delegazione di imprese della provincia di Lucca guidate dal Direttore provinciale, Francesco Cianciulli.

“La battaglia nei confronti dell’emergenza ungulati va avanti da anni con quattro manifestazioni nazionali e tantissime a livello regionale e provinciale. La Toscana, grazie al nostro pressing e alla disponibilità della Regione Toscana, ha approvato una delibera che apporta importanti modifiche al Piano di Controllo della popolazione di cinghiale consentendo l’intervento diretto e immediato dei proprietari e conduttori dei fondi, ma solo se dotati di porto d'armi sotto il coordinamento della Polizia Provinciale ma è evidente non essere sufficiente per far fronte ad un numero in costante aumento. – spiega Andrea Elmi, Presidente Coldiretti Lucca – La presenza fuori controllo della fauna selvatica favorisce l’abbandono delle nostre campagne, crea danni incalcolabili alle produzioni e rappresenta un problema per la sanità con la diffusione di malattie e la sicurezza stradale come abbiamo anche recentemente dovuto ricordare dopo l’ennesimo incidente ad Altopascio. Chiediamo un piano di eradicazione serio. Usiamo l’esercito se necessario per riportare la situazione alla normalità e difendere le imprese agricole dalla calamità dei cinghiali e dei caprioli”.

In Piazza per la protesta, per dipingere in maniera chiara una situazione insostenibile, ci sono le sagome di un branco di cinghiali a grandezza naturale per dimostrare concretamente cosa significa trovarseli di fronte in strada, nei campi o davanti alla propria abitazione ed il salone dei prodotti tipici Made in Italy che rischiano di scomparire a causa della peste suina che colpisce i maiali ma non l’uomo.

Alla fine della lunga mattinata è arrivato la prima risposta con l’impegno da parte del sottosegretario alla Salute, Andrea Costa, che annunciato una ordinanza subito per l’abbattimento sul territorio nazionale e il prolungamento dell’attività venatoria per depopolare i cinghiali dai territori. “I ristori non solo la soluzione che gli agricoltori chiedono; – conclude il Presidente Andrea Elmi - la soluzione è il ripristino della normalità. Basta approcci ideologici”.

Per informazioni https://lucca.coldiretti.it/ pagina ufficiale Facebook @coldirettilucca, Instagram @Coldiretti_Toscana e pagina ufficiale YouTube “Coldiretti Toscana”

Redazione - inviato in data 28/05/2022 alle ore 11.55.35 - Questo post ha 4 commenti

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
 
COMMENTI
- IN AFRICA - da Anonimo - inviato in data 29/05/2022 alle ore 1.51.05
In Africa ci sono decine di migliaia di mercenari e guerriglieri che, a fronte di buon ingaggio, sarebbero più che disponibili a venir qui e a sistemare i cinghiali a colpi di mitragliatrice.

---------------------------------------
- Cinghiali - da Anonimo - inviato in data 29/05/2022 alle ore 0.08.23
Come al solito la burocrazia rallenta tutto
Fonti governative parlano di almeno un anno prima di avere le autorizzazioni
Forse tra un anno saranno arrivati i russi ed allora ……..


---------------------------------------
- guardia forestale - da Anonimo - inviato in data 28/05/2022 alle ore 16.05.32
Se spera nella guardia forestale,
allora mi sa che deve chiamare Luke Skywalker.


---------------------------------------
- NON È COMPETENZA DELL' ESERCITO ABBATERE I CINGHIALI - da Anonimo - inviato in data 28/05/2022 alle ore 14.53.16
E neanche dei cacciatori, ci sarebbero più morti tra gli armati che tra gli ungulati.

Esiste una guardia forestale e provinciale per queste cose.


---------------------------------------
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
 
 
 
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it