Home
 
Login         
 Home page - La Voce di Lucca
martedì 7 febbraio 2023  
  Altopascio e Montecarlo Attualità Attualità & Humor Auto e Motori Bon Appetit C.N.A. Capannori - Porcari Comunicati Stampa Cultura Cultura & dintorni Degrado lucchese Elezioni 2022 Garfagnana La Tradizione Lucchese l'Altra Stampa  
  Lucca Curiosa Manifattura tabacchi Mediavalle - Val di Lima Mondo animale Necrologi Pescia - Villa Basilica Politica Politica Lucchese Racconti Lucchesi Salute Satira Società Spettacolo Sport Venti di guerra a oriente VERSILIA  
Puoi dare la tua valutazione su questo scritto:
1 2 3 4 5
Covid-19: come vengono curati i pazienti in terapia intensiva

Covid-19: come vengono curati i pazienti in terapia intensiva
Il 5 per cento delle persone contagiate ha bisogno di cure intensive in ospedale. Un anno dopo, ecco come sono curati i pazienti più gravi con Covid-19
Covid-19: come vengono curati i pazienti in terapia intensiva

Tratto dal sito FONDAZIONE VERONESI

Nonostante l’emergenza sanitaria continui, 14 mesi dopo i primi contagi da Sars-CoV-2 in Italia la prospettiva per chi si ammala non è la stessa che si registrava all’inizio della pandemia. Quando mancavano i tamponi e le diagnosi erano quasi sempre tardive, il tasso di pazienti che necessitava delle cure ospedaliere era molto più alto. Anche per quel che riguarda i ricoveri nei reparti di terapia intensiva, dove finivano (e finiscono, tuttora) i pazienti alle prese con la sindrome da distress respiratorio acuto (condizione che rende i polmoni incapaci di effettuare gli scambi tra ossigeno e anidride carbonica). Al di là della quota di malati gravi di Covid-19, oggi inferiore per via della maggiore capacità di rilevare il totale dei contagi, è migliorata anche l'assistenza ai pazienti costretti al ricovero in terapia intensiva. Quello che si è capito, dopo un anno di esperienza, è che le linee guida servono a dare un perimetro al campo in cui è chiamato a muoversi il personale sanitario. Ma l’approccio terapeutico è cucito su misura del singolo paziente: considerando le sue condizioni di partenza, l’età, il grado di insufficienza respiratoria e la necessità (eventuale) di supportare l’attività di altri organi.

PERCHÈ COVID-19 PREOCCUPA
PIÙ DELL'INFLUENZA STAGIONALE?

CHI SONO I PAZIENTI CHE RICHIEDONO IL RICOVERO IN TERAPIA INTENSIVA?
Nel momento in cui scriviamo, poco più di 1 paziente su 10 tra coloro che sono ricoverati a causa di Covid-19, è in terapia intensiva. Sul totale dei positivi, che include la parte maggioritaria di persone in isolamento domiciliare, si tratta dello 0.6 per cento. Considerando la capacità di identificare i nuovi positivi anche attraverso i tamponi antigenici, la quota di pazienti che necessita di un monitoraggio nell’arco delle 24 ore è più realistica rispetto allo scorso anno. Se durante il lockdown molti malati arrivavano in ospedale con ritardo e in molti casi erano costretti fin da subito a richiedere cure intensive, oggi a riempire i reparti sono perlopiù malati già in cura in corsia, ma aggravatisi nonostante i supporti ricevuti nei reparti ordinari (non esiste una terapia specifica per Covid-19). L’identikit è definito: si tratta prevalentemente di persone anziane, perlopiù di sesso maschile, spesso chiamate a convivere con altri fattori di rischio (fumo di sigaretta) e malattie (diabete, obesità, insufficienza renale) che tendono a far evolvere l’infezione verso il quadro peggiore. Ma l’età, considerata un fattore di rischio per il decorso di Covid-19, non permette di considerare sempre al sicuro i ragazzi e gli adulti. La terza ondata sta dimostrando che della terapia intensiva possono avere bisogno anche persone che fino a pochi mesi fa avremmo considerato al sicuro, in caso di contagio. A cosa si deve questa evoluzione delle forme gravi della malattia? Tra le ipotesi più credibili, occorre considerare la protezione garantita ai grandi anziani attraverso la vaccinazione e la maggiore aggressività di alcune varianti: compresa quella inglese, oggi prevalente in Italia.


Covid-19: un vademecum per curare la malattia a domicilio



SUPPORTO RESPIRATORIO NON INVASIVO: IN COSA CONSISTE?
La funzionalità respiratoria è il parametro da monitorare per capire in quali casi il paziente richieda il ricovero in terapia intensiva: fin dal momento del suo arrivo in ospedale o a seguito di alcuni giorni di ricovero. Nelle ultime raccomandazioni, la Società Italiana di Analgesia, Anestesia, Rianimazione e Terapia Intensiva individua sei stadi di Covid-19. Si va dalla malattia lieve (caratterizzata prevalentemente dalla febbre e dalla tosse) allo stato di shock settico (con infezione diffusa a vari organi e valori medi di pressione sanguigna inferiori a 65). La fase critica per l'ingresso in terapia intensiva è rappresentata dal terzo stadio del Covid-19: con febbre e tosse accompagnati dalla fame d'aria e dall'aumento della frequenza cardiaca (con cui l'organismo compensa il deficit nell'ossigenazione a livello polmonare). È questo il profilo di un paziente con una sindrome da distress respiratorio, più spesso indicata come insufficienza respiratoria acuta. In questa fase, il supporto dell'ossigenoterapia è necessario. Nei reparti di pneumologia, medicina e malattie infettive i pazienti (con un'insufficienza respiratoria di grado lieve o moderato) possono essere assistiti attraverso l'erogazione di ossigeno mediante le maschere, le cannule nasali, la CPAP (la stessa che viene utilizzata nel trattamento delle apnee ostruttive del sonno) e il casco. Tra tutti, quest'ultimo sembra il dispositivo più efficace per prevenire il ricorso a tecniche di supporto invasive in terapia intensiva. «Il casco può erogare ossigeno a pressioni molto alte, che permettono quasi di riaprire il polmone colpito dall'infiammazione e riducono la fatica respiratoria dei pazienti - spiega Domenico Luca Grieco, rianimatore del Columbus Covid Hospital del Policlinico Gemelli di Roma e prima firma di una ricerca pubblicata sul Journal of Medical Association, in cui sono stati confrontati i benefici indotti dal casco con quelli determinati dalla CPAP -. Inoltre è più confortevole rispetto alle altre interfacce per la ventilazione non invasiva. Questo consente trattamenti con poche interruzioni, che sembrerebbe essere una caratteristica fondamentale per evitare l’intubazione».


Long-Covid: i disturbi più frequenti che rimangono nel tempo



QUANDO È NECESSARIO IL RICOVERO IN TERAPIA INTENSIVA
Gli anestesisti hanno individuato alcuni parametri in grado di anticipare l'efficacia del trattamento non invasivo (da tentare non più di una volta) funziona e quando è destinato a non dare i risultati attesi. Questo secondo scenario viene a configurarsi quando, nelle 2-4 ore successive all'avvio dell'ossigenoterapia, le condizioni del paziente non migliorano o peggiorano: con la fame d'aria che aumenta (con saturazione inferiore al 90 per cento), l'alterazione dello stato di coscienza e la grave instabilità di alcuni parametri emodinamici correlati all'infezione in atto (aumento dei neutrofili, carenza dei linfociti, valori elevati di transaminasi, creatinina, urea), all'elevata reazione infiammatoria (proteina C reattiva, procalcitonina, ferritina) e all'ipercoagulazione del sangue (tempo di protrombina, fibrinogeno e D-dimero). «Quando non siamo più in grado di alimentare gli scambi gassosi ricorrendo all'ossigenazione con metodiche non invasive, il paziente deve essere intubato», afferma Manuela Bonizzoli, responsabile della rianimazione dell'azienda ospedaliero-universitaria Careggi di Firenze. Il passaggio allo step successivo viene definito dopo aver valutato i parametri sopra citati, le condizioni cliniche del malato e le immagini della TAC. Come detto, la valutazione è individuale: sebbene esistano dei limiti validi su larga scala. Una volta intubato, il paziente riceve ossigeno direttamente all'interno dei polmoni e viene supportato nell'eliminazione dell'anidride carbonica. Il tutto mentre è sedato, in modo da lasciarlo a riposo.

Long-Covid: i sintomi a cui prestare attenzione
Fatigue
Fatigue
Malessere dopo uno sforzo fisico
Malessere dopo uno sforzo fisico
QUANDO SI RICORRE ALLA PRONAZIONE
Le prime 24-48 ore sono indicative del decorso della malattia. Se la gravità del quadro non si attenua, in terapia intensiva il paziente può essere pronato (posto a pancia in giù). I rianimatori italiani raccomandano di procedere alla pronazione - sempre in presenza di uno specialista esperto di questa metodica - entro i tre giorni dall'ingresso in terapia intensiva. E per un arco di tempo compreso tra 12 e 16 ore al giorno. «Il cambio della posizione respiratoria può permettere una migliore distribuzione tra le zone aerate del polmone e il circolo capillare: questo spesso favorisce l’ossigenazione del sangue», dichiara Giuseppe Foti, direttore dell'unità operativa complessa di anestesia e rianimazione dell'ospedale San Gerardo di Monza. Un approccio che i camici bianchi lombardi hanno sperimentato pure in una fase precedente: sui pazienti (ancora) sottoposti a ossigenoterapia con la CPAP. «Il miglioramento dell’ossigenazione in posizione prona è rimasto tale dopo il riposizionamento e il mantenimento dell'ossigenazione non invasiva: anche nei pazienti in condizioni più gravi», chiarisce lo specialista, che con il suo team ha pubblicato i risultati di questa sperimentazione sulla rivista The Lancet Respiratory Medicine.


Covid-19: il ruolo di antinfiammatori e interferone


SVEZZAMENTO O TRACHEOTOMIA? LE SUCCESSIVE TAPPE DELLA CURA
Superata questa fase, durante la quale l'unico farmaco che si è rivelato efficace è il desametasone, le strade percorribili diventano due. Se le condizioni del malato migliorano, dopo un periodo di tempo compreso tra 7 e 10 giorni, si prova a dare il via al percorso noto come svezzamento. Dopo aver ridotto la quantità di ossigeno immessa nell'organismo in maniera forzata (in modo da verificare l'autonomia respiratoria del paziente), si rimuove il tubo orotracheale, si aiuta il malato con un supporto non invasivo (casco o CPAP) e lo si trasferisce in un altro reparto per monitorare il decorso della malattia. Se invece non si registrano progressi, si procede con la tracheotomia. In questo caso, il tubo inserito attraverso la bocca viene sostituito da una cannula inserita direttamente nella trachea attraverso un'incisione chirurgica all'altezza del collo. La procedura, bocciata nei mesi come soluzione da adottare fin dall'ingresso di un paziente con Covid-19 in terapia intensiva, ha l'obbiettivo di alleggerire il malato (la cannula è generalmente più tollerata rispetto al tubo orotracheale) e di portarlo verso lo svezzamento. Seppur con tempi lunghi, che possono superare anche i 30 giorni.


Covid-19: l'effetto della pandemia sui trapianti d'organo


SOLUZIONI «ESTREME»: L'ECMO E IL TRAPIANTO DI POLMONE
È la tracheotomia l'ultima tappa del percorso di cura dei malati più gravi di Covid-19? Non sempre, perché in alcuni casi si può ricorrere a quella che di fatto rappresenta (al momento) l'extrema ratio: il ricorso alla circolazione extracorporea (ECMO). Il circuito, tramite un tubo e una pompa, preleva sangue dal paziente e lo immette nel polmone artificiale, che garantisce il corretto scambio dei gas (dentro l'ossigeno, fuori l'anidride carbonica). In questa fase, il corpo è tenuto a riposo e si cerca di migliorare le condizioni del paziente. Per poi, in caso di esito positivo, riavviarlo progressivamente a respirare in autonomia. Ancora a livello sperimentale, ma con risultati incoraggianti, da considerare è anche l'ipotesi di ricorrere al trapianto di polmone. Due le procedure completate in Italia, al Policlinico di Milano. In un articolo pubblicato su The Lancet Respiratory Medicine, i chirurghi che hanno portato a termine le prime 12 procedure di questo tipo in tutto il mondo affermano che «la sostituzione dell'organo è l'unica chance per far sopravvivere alcuni pazienti con una grave sindrome da distress respiratorio acuta e irrisolvibile». In attesa di consolidare la casistica, l'indicazione è di prediligere i pazienti con meno di 65 anni e in buona salute (non fumatori, normopeso). Coscienti, ma con una lesione polmonare estesa al punto da poter essere curata soltanto con il trapianto dell'organo.


Covid-19: un antinfiammatorio riduce le probabilità di decesso


LE COMPLICANZE IN TERAPIA INTENSIVA
Al di là della quota dei ricoveri, il tasso dei decessi dei pazienti ricoverati in terapia intensiva non è cambiato di molto, in un anno. Gli studi condotti per fare luce su questo aspetto parlano di quota compresa - mediamente - tra il 30 e il 60 per cento. L'evoluziona peggiora con la durata della degenza, durante la quale i malati possono subìre ulteriori infezioni delle vie respiratorie. Queste, se contratte da un individuo con una funzionalità polmonare già compromessa dal Covid-19, possono risultare fatali. Altre complicanze legate ai lunghi ricoveri in terapia intensiva sono rappresentate dallo pneumotorace (causato dall'accumulo di aria tra i due foglietti che rivestono il polmone) e dall'embolia polmonare (dovuta alla formazione di coaguli di sangue che possono ostruire l'arteria polmonare, che porta il sangue dal cuore ai polmoni).

Anonimo - inviato in data 27/04/2021 alle ore 7.51.57 -

SCRIVI IL TUO COMMENTO
 
Invia post a....
Stampa Post
         
 
Gli altri post della sezione : Salute

Tutte le domande (e le risposte) sul vaiolo delle scimmie

Tutte le domande (e le risposte) sul vaiolo delle scimmie Cos’è il vaiolo delle scimmie? .......
Anonimo - inviato in data 01/06/2022 alle ore 18.27.15

Ora il Vaiolo :aumento dei casi

L'allarme degli scienziati: sconcertati dalla diffusione della malattia Gli scienziati che h.......
Anonimo - inviato in data 22/05/2022 alle ore 14.19.23 (Ricevuto 1 commenti)

Cuore è vita, come prenderci cura del ..

Ora c'è l'ufficialità: la sedicesima edizione di CardioLucca.......
Redazione - inviato in data 21/05/2022 alle ore 11.01.20

Giornata della Prevenzione Sanitaria' ..

Domenica 22 maggio, 'Giornata della Prevenzione Sanitaria' i.......
Redazione - inviato in data 19/05/2022 alle ore 12.20.16

Reinfezioni da Covid-19: cosa sono e perché “bucano” i vaccini

Dall’inizio della pandemia in Italia più di 400mila reinfezioni. In salita soprattutto nelle ultime .......
Anonimo - inviato in data 16/05/2022 alle ore 22.25.55

Lucca, città delle ambulanze

Secondo me qualche cosa è cambiata da qualche mese. Se ponete attenzione con l'orecchio al rumore.......
Anonimo - inviato in data 14/05/2022 alle ore 13.39.18 (Ricevuto 9 commenti)

Striscia la notizia servizio su Sistem ..

Avete visto questa sera striscia la notizia il bel servizio.......
Anonimo - inviato in data 04/05/2022 alle ore 21.52.10 (Ricevuto 2 commenti)

Al Pronto Soccorso ... porte girevoli ..

Vogliamo capirlo o no che anche tra la gente di Lucca si sta.......
Redazione - inviato in data 04/05/2022 alle ore 20.27.17 (Ricevuto 2 commenti)

NON vaccinati!!!

Covid, 'ospedalizzazioni crollate tra i non vaccinati'. Lo s.......
Anonimo - inviato in data 26/04/2022 alle ore 13.47.41 (Ricevuto 5 commenti)

ASSOCIAZIONE PER NON MORIRE-LUCCA Appello programmatico ai candid ..

DOCUMENTO PROGRAMMA ASSOCIAZIONE PER NON MORIRE-LUCCA Appello programmatico ai cand.......
Anonimo - inviato in data 18/04/2022 alle ore 14.48.17

Tirare la coperta non risolve

Con estremo dispiacere, in coincidenza con quella che vole.......
Redazione - inviato in data 09/04/2022 alle ore 19.58.36 (Ricevuto 1 commenti)

Nuova Variante Covid in Italia

E' stata isolata per la prima volta in Italia, da un laboratorio di Reggio Calabria, una nuova varia.......
Anonimo - inviato in data 08/04/2022 alle ore 16.38.50 (Ricevuto 1 commenti)

TAMPONI COVID IN OSPEDALE: NUOVE REGOLE ANTICAOS

Tamponi, nuove regole anticaos in ospedale. Pronto soccorso: niente test agli asintomatici A chi .......
Anonimo - inviato in data 04/04/2022 alle ore 20.50.12

Nursind: 'Mancano 5mila infermieri in Toscana'

Due anni di stato di emergenza e una pandemia tuttora in corso non hanno cambiato niente: la Regione.......
Anonimo - inviato in data 04/04/2022 alle ore 20.38.09

EVENTO FORMATIVO: Dall'universo dell'A ..

PROGRAMMA EVENTO FORMATIVO Provider ECM Azienda USL Tosca.......
Anonimo - inviato in data 01/04/2022 alle ore 22.08.33

COVID-19: cosa cambia dall’1 aprile

COVID-19: cosa cambia dall’1 aprile Il Consiglio dei ministri ha approvato all’unanim.......
Anonimo - inviato in data 27/03/2022 alle ore 11.30.17

Lucca - “Nuove traiettorie in Psicop ..

Sabato 9 aprile ore 8:30 – Complesso S.Micheletto La.......
Redazione - inviato in data 25/03/2022 alle ore 12.32.29 (Ricevuto 1 commenti)

PERCHÉ I CASI DI COVID SONO TORNATI AD AUMENTARE?

Qual è il significato della dichiarazione del direttore dell'ufficio regionale dell'Organizzazione m.......
Anonimo - inviato in data 25/03/2022 alle ore 12.11.05

Cosa fare se si risulta positivi ad un tampone? Ecco cosa c'è da ..

Omicron 2 è molto contagiosa, dicono gli esperti. I sintomi sono però solitamente abbastanza lievi: .......
Anonimo - inviato in data 25/03/2022 alle ore 11.57.18 (Ricevuto 2 commenti)

Emergenza infermieri all'ospedale di L ..

Poco più di una settimana e “la sanità lucchese rischia di f.......
Anonimo - inviato in data 24/03/2022 alle ore 7.26.18

A proposto del S.Luca.

Ho avuto la necessita' di rivolgermi al S.Luca due volte .......
Anonimo - inviato in data 07/03/2022 alle ore 17.37.32

Settimana Mondiale del Glaucoma: misur ..

Settimana Mondiale del Glaucoma: misurazioni gratuite della .......
Redazione - inviato in data 28/02/2022 alle ore 12.51.59

Campo di Marte Caos ai vaccini oggi po ..

Caos file senza rispettare appuntamenti dati, gente senza ap.......
Anonimo - inviato in data 05/02/2022 alle ore 15.13.23 (Ricevuto 3 commenti)

Tre gg all'Ospedale S.Luca

Sono stato ricoverato con intervento del 118 al Pronto Socco.......
Anonimo - inviato in data 28/01/2022 alle ore 11.08.42

Pfizer sceglie Genova

Pfizer sceglie Genova per studio su effetti collaterali. Qui.......
Anonimo - inviato in data 21/01/2022 alle ore 1.30.37 (Ricevuto 1 commenti)

M° Gaetano Giani Luporini ricoverato p ..

Il Maestro Gaetano Giani Luporini, classe 1936, compositore .......
Redazione - inviato in data 20/01/2022 alle ore 8.39.52 (Ricevuto 2 commenti)

Chi conosco vaccinato ha preso covid forma leggera

Come mai tutti hanno preso covid in forma leggera, 'grazie' alla aveccinazione ed io che ancora non .......
Anonimo - inviato in data 18/01/2022 alle ore 17.36.55 (Ricevuto 4 commenti)

CHE COSA E’ UN TSO

TSO CHE COSA E’ UN TSO E’ un provvedimento emanato dal sindaco del proprio comune di resid.......
Anonimo - inviato in data 18/01/2022 alle ore 12.25.54 (Ricevuto 1 commenti)

12/01/2022 Inutile conta dei positivi al Covid
(Ricevuto 7 commenti)
11/01/2022 Nursing Up: Continuano a infettarsi oltre 1500 ope...
07/01/2022 La biancheria usata dei pazienti ricoverati no cov...
(Ricevuto 3 commenti)
01/01/2022 IL CLUB DEGLI ASSASSINI
(Ricevuto 5 commenti)
01/01/2022 Al Presidente della Regione Toscana
(Ricevuto 1 commenti)
31/12/2021 Non occorre quarantena ne' tampone se......
31/12/2021 Pistoia, medico arrestato per falsi vaccini a No V...
(Ricevuto 2 commenti)
29/12/2021 Le nuove regole sulla quarantena
(Ricevuto 5 commenti)
29/12/2021 Toscana basterà un test antigenico rapido
25/12/2021 Mascherine Ffp2 obbligatorie: dove bisognerà porta...
(Ricevuto 1 commenti)
24/12/2021 E''morto per covid Bartolomeo Pepe, senatore ferma...
(Ricevuto 8 commenti)
23/12/2021 Quanto dura una mascherina FFP2?
(Ricevuto 8 commenti)
23/12/2021 NUOVE NORME ANTICOVID
(Ricevuto 4 commenti)
23/12/2021 Mascherine chirurgiche o FP2 la gente le cambia?
(Ricevuto 3 commenti)
19/12/2021 La pandemia della mente: perché sempre più persone...
18/12/2021 OMICRON, ci vogliono impaurire un pò troppo ?
18/12/2021 la STRAORDINARIA campagna vaccinale e i tamponi pe...
(Ricevuto 4 commenti)
18/12/2021 SE NON BASTASSE UN GREEN PASS UN CHIP SOTTO PELLE ...
(Ricevuto 4 commenti)
01/12/2021 leader no vax veneto guarisce e cambia idea: 'I va...
(Ricevuto 4 commenti)
29/11/2021 tutto normale ?
(Ricevuto 11 commenti)
27/11/2021 Medico No Green Pass: 'Basta piazze piene
(Ricevuto 2 commenti)
27/11/2021 La VARIANTE OMICRON DEL COVID
17/11/2021 SPI-Cgil Lucca: medici di medicina generale a Marl...
16/11/2021 GLI INFERMIERI DI TUTTA ITALIA SI RACCONTANO NELLA...
14/11/2021 Pandemia
(Ricevuto 9 commenti)
06/11/2021 Sanità, LIDU Toscana: “Situazione critica”
06/11/2021 Contagiati ma col Green Pass Attivo
(Ricevuto 2 commenti)
03/11/2021 Terza dose: a chi spetta e quando si rende necessa...
03/11/2021 Ringraziamento per defibrillatore.
28/10/2021 'Io dono tu vivi': al Festival della Salute un via...
15/10/2021 “Le poche, semplici regole per una buona medicina ...
08/10/2021 L'OMS approva il primo vaccino contro la malaria u...
(Ricevuto 1 commenti)
28/09/2021 Cgil Lucca: proclamazione stato di agitazione dei ...
(Ricevuto 3 commenti)
28/09/2021 MONS. VIGANÒ: 'LA FORZA DELLE PIAZZE CONTRO IL RES...
(Ricevuto 1 commenti)
17/09/2021 covid e decessi di età inferiore ai 50 anni
(Ricevuto 8 commenti)
07/09/2021 Tutte le false notizie sui vaccini
(Ricevuto 2 commenti)
06/09/2021 Allarme mancanza di medici ed infermieri!!!
(Ricevuto 3 commenti)
05/09/2021 TERRORISMO MEDIATICO (vaccino Covid-19).
(Ricevuto 12 commenti)
05/09/2021 RSU Fials Azienda Usl : Contrari all' Obbligo Vacc...
03/09/2021 Scatta la procedura di sospensione operatori sanit...
(Ricevuto 9 commenti)
02/09/2021 Sanità: Il tempo e la prova dei fatti ci hanno dat...
(Ricevuto 1 commenti)
29/08/2021 Italia 77 milioni di dosi vaccino fatte
(Ricevuto 1 commenti)
26/08/2021 anità, con la sospensione dei non vaccinati situaz ...
(Ricevuto 3 commenti)
23/08/2021 La UE conferma la libertà vaccinale
(Ricevuto 10 commenti)
20/08/2021 Strutture sanitarie, obbligo di certificazione ver ...
(Ricevuto 15 commenti)
08/08/2021 Una curiosità circa il vaccino
(Ricevuto 2 commenti)
07/08/2021 Il Covid contagia altri 714 toscani, 20 ricoverati ...
(Ricevuto 7 commenti)
29/07/2021 MA SI , HANNO RAGIONE I NO VAX
(Ricevuto 6 commenti)
28/07/2021 Vaccinarsi contro il covid significa volersi bene ...
(Ricevuto 23 commenti)
27/07/2021 29 MILIONI DI ITALIANI VACCINATI CON DUE DOSI: TUT ...
(Ricevuto 7 commenti)
27/07/2021 Il CENTRO DI SALUTE MENTALE DI LUCCA NELLA TRADIZI ...
25/07/2021 Cialtroni cialtroni
(Ricevuto 3 commenti)
23/07/2021 La variante Delta colpisce anche i vaccinati
(Ricevuto 7 commenti)
23/07/2021 RIPENSANDO ALLE PAROLE DI...IERI SERA.
(Ricevuto 7 commenti)
23/07/2021 LOCALI CHIUSI NO LOCALI APERTI CON GRENNE PASS NO
21/07/2021 Scoprono il vaccino per il Covid a tempo di record ...
(Ricevuto 3 commenti)
21/07/2021 I NON VACCINATI non sono un pericolo per gli altri
(Ricevuto 4 commenti)
20/07/2021 VACCINO ??
(Ricevuto 5 commenti)
19/07/2021 Quasi 200 i nuovi casi di Covid in Toscana. Le ant ...
19/07/2021 Covid, quanto proteggono i vaccini: i dati sull’ef ...
(Ricevuto 1 commenti)
17/07/2021 Variante Delta
(Ricevuto 2 commenti)
17/07/2021 Green pass: come funziona, come richiederlo e quan ...
10/07/2021 CardioLucca 2021, per i volontari della Croce Ross ...
(Ricevuto 1 commenti)
10/07/2021 CardioLucca 2021, consegnata una targa ai volontar ...
(Ricevuto 2 commenti)
10/07/2021 Siamo ancora immersi dentro la pandemia, dovremo d ...
(Ricevuto 1 commenti)
09/07/2021 CardioLucca 2021: domani la chiusura con il forum ...
09/07/2021 Al via CardioLucca 2021: oltre 1000 cardiologi per ...
02/07/2021 Salute, un lucchese su tre è iperteso: i numeri de ...
23/06/2021 OBBLIGO MASCHERINE ALL'APERTO NON CE'''MAI STATO !
(Ricevuto 1 commenti)
16/06/2021 Italia come il Cile dove torna il lockdown col 60[ ...
16/06/2021 Primo caso di studio post mortem in un paziente va ...
16/06/2021 TUTTI GLI ORGANI. L’UOMO È MORTO DUE GIORNI DOPO E ...
16/06/2021 Medici UK: stop “urgente” ai vaccini Covid negli e ...
(Ricevuto 12 commenti)
09/06/2021 Vaccini ai GIOVANI
(Ricevuto 4 commenti)
29/05/2021 Si sa niente del grande MAESTRO?
(Ricevuto 6 commenti)
24/05/2021 Io sono un sostenitore del no vax del 25 aprile.
(Ricevuto 4 commenti)
23/05/2021 Campo di Marte & Covid
(Ricevuto 1 commenti)
02/05/2021 I dati ISTAT del 1° trimestre 2021 ed i deceduti C ...
(Ricevuto 7 commenti)
30/04/2021 NurSind. Infermieri morti di Covid. Avevamo ragion ...
(Ricevuto 2 commenti)
23/04/2021 Per sconfiggere il virus la collaborazione delle p ...
(Ricevuto 3 commenti)
22/04/2021 ANDIAMOCI PIANO CON LO SBRACO
(Ricevuto 2 commenti)
17/04/2021 E''permesso spostarsi anche in zone rosse per part ...
11/04/2021 vaccini un cosa ridicola
(Ricevuto 5 commenti)
10/04/2021 Campo di Marte e Covid
(Ricevuto 5 commenti)
Login
Registrati alla Voce
Iscriviti alla news
Blog personali
i Blog dei lucchesi
 
 
Informativa

INFORMATIVA

Chi si ritenesse danneggiato o diffamato da scritti pubblicati in questo blog può richiederne la rimozione immediata scrivendo al nostro indirizzo ed indicando il titolo del post o del commento

P.IVA 02320580463
Le foto presenti in questo blog sono state prevelentemente scaricate da internet e sono state ritenute pertanto libere da COPYRIGHT.
L'autore della foto ha comunque il diritto di chiederne la rimozione semplicemente scrivendo a
info@lavocedilucca.it